Visit Giulianova - Il Portale Ufficiale per il Turismo della Città di Giulianova. | +39 085.9490469
Visit Giulianova

Piazza Buozzi



Descrizione

Sei ora in Piazza Buozzi, cuore di quel grande e innovativo sogno del duca Giulio Antonio Acquaviva, ovvero quello di fondare dal niente una nuova città e di darle il suo nome – che poi è anche il mio! - Giulia appunto. Non conosciamo la data esatta e l’anno di fondazione, ma gli studiosi la collocano tra il 1471 e il 1472, dopo la Battaglia del Tordino che quasi distrusse la medievale Castel San Flaviano qualche anno prima. Giulia diviene uno tra i primi esperimenti urbanistici del Quattrocento, una “città ideale del Rinascimento” ispirata alle idee più avanzate dei grandi architetti e intellettuali Leon Battista Alberti e Francesco Di Giorgio Martini; un sistema di strade e di piazze, di chiese e di torrioni di cinta, tutto da scoprire, che risponde ad un progetto generale di funzionalità e vivibilità, ricco di colti rimandi simbolici.

La piazza dove ti trovi era lo spazio aperto più importante di Giulia: dalla caratteristica forma a lama di coltello, ideata come lo scenario in cui doveva manifestarsi la grandezza della famiglia ducale Acquaviva, ospitava infatti la residenza invernale dei duchi e la Collegiata o Duomo di San Flaviano. Con il suo profilo così singolare, la grande chiesa è ancora oggi il simbolo della nostra città.

Il duomo, originariamente dedicato a Santa Maria in piazza, dalla pianta ottagonale sormontata da un’alta cupola, costruito interamente in cotto tra il 1471 e il 1525, è un monumento unico nel Quattrocento adriatico ed è il centro del piano urbanistico di Giulia, un’autentica “città ideale del Rinascimento”. Di fronte sorgeva il palazzo ducale: costruito sul punto più basso della città, quindi non in posizione dominante come accadeva per i castelli medievali; a segnalare dal mare la posizione del palazzo vi è un piccolo torrione, ancora oggi visibile dal Lido. La facciata, un tempo probabilmente coronata da merli, si mostra secondo una ricostruzione della fine degli anni dieci del secolo scorso.

La piazza è diventata da qualche anno luogo di ritrovo per giovani e non con l'apertura di ristoranti, enoteche e birrerie, alcune delle quali dispongono di terrazzi panoramici sul mare. La sera, con l'illuminazione della cupola del duomo, la piazza vive di un'atmosfera unica.

Uscendo dalla Piazza, potrai passeggiare nel reticolo di vie, dette “ruette”, e di piazze della città rinascimentale e scoprirne i suoi effetti ottici e prospettici. Troverai inoltre chiese barocche e potrai visitare la Pinacoteca civica “Vincenzo Bindi” su corso Garibaldi che espone oltre duecento opere d’arte napoletana, abruzzese e meridionale dal Seicento al Novecento, allestite all’interno di un’autentica dimora d’epoca, per un tuffo a ritroso nel tempo.