Visit Giulianova - Il Portale Ufficiale per il Turismo della Città di Giulianova. | +39 085 802 1800
Visit Giulianova

Contrada di San Francesco: la chiesa di Sant'Antonio da Padova e il Torrione "Il Bianco"

Via Armando Diaz, 20, 64021 Giulianova TE
  • Home
  • Punti di interesse
  • Contrada di San Francesco: la chiesa di Sant'Antonio da Padova e il Torrione "Il Bianco"



Descrizione

In origine dedicata a San Francesco, era parte di un grande convento francescano costruito lungo le mura meridionali nel corso del Cinquecento. Dopo aver ospitato il carcere e il Municipio nell’Ottocento, il convento fu smantellato per lasciare il posto all’edificio scolastico nel 1912. La facciata in laterizio mostra le varie fasi di costruzione: nella muratura si distingue il tetto a capanna con una finestra centrale della prima chiesa e la sopraelevazione sei-settecentesca. Tra i più ricchi della regione, il centro conventuale venne progressivamente distrutto all’inizio del Novecento per lasciare posto all’edificio scolastico tuttora esistente. Il portale d’ingresso in pietra reca la scritta in capitali latine STIGMATA CRISTI SUSTULIT ECCE DOMUS 1566: “le stigmate di Cristo sostengono questa dimora 1566”.

L’interno, con le sue sculture e i suoi rilievi in stucco, è un sorprendente trionfo del tardo-barocco: tra i principali monumenti del Settecento in Abruzzo, è opera delle maestranze guidate da Girolamo Rizza da Veglio. Sulle pareti movimentate da nicchie con altari, corrono dei riquadri con scene a rilievo del Vecchio e Nuovo Testamento. L’abside è dominata dal gruppo di rilievi in stucco della Gloria di San Francesco. Sopra la cantoria all'ingresso spicca la cassa d’organo realizzata da Onofrio Cacciapuoti e dalla sua bottega nel 1737.

Lungo via del Popolo troviamo il torrione "Il Bianco", detto anche di Porta Napoli. Dopo i lavori ottocenteschi per il riempimento del fossato la torre è rimasta per buona parte interrata e al momento è visibile soltanto la cima del baluardo. Sulla muratura è possibile notare le aperure per la difesa.

La Contrada di San Francesco è compresa nella parte merdionale della città di Giulia, un tempo a ridosso delle mura a Sud. La Contrada è formata da piccole stradine chiamate "ruette". Una delle più caratteristiche è certamente il Vico del Gallo, una traversa di via San Francesco, a pochi passi dalla chiesa di Sant'Antonio: un luogo dove riposare all'ombra dei tigli gustando il silenzio e la vita degli abitanti.


Come si raggiunge